SEGUICI SUI SOCIAL
DOVE VUOI FESTEGGIARE LA TUA NOTTE ROSA ? seleziona la Località...
RIVIERA ADRIATICA dell'Emilia Romagna
NEWS
NEWSLETTER
Nome*
Cognome*
Email*
Lingua
I campi con * sono obbligatori
Ho preso visione della privacy policy ed acconsento al trattamento dei dati
Grandi Eventi Notte Rosa - Rimini
Edizione 2008

Magnificat
di Alda Merlini con Valentina Cortese


RIMINI
4 luglio
ore 18.15 Lapidario Romano
del Museo della Città
Francesco. Canto di una creatura
di Alda Merini, incontro con l’autrice
ore 21.15 Chiesa del Suffragio
Magnificat di Alda Merini
con Valentina Cortese

ALDA MERINI

Alda Merini, nata a Milano nel 1931, è certamente una delle voci più forti della poesia
italiana. Chi era Francesco d’Assisi? Vagabondo, “folle d’amore”, “elemosiniere di Dio”,
è una figura affascinante e provocatoria. Attorno a lui si sono appassionati, e talora
divisi, laici e religiosi, credenti e scettici di ogni tempo, ma soprattutto coloro che non
smettono di interrogarsi sul senso e sul destino della fede. Ostinato, irruente, libero
come nessuno, Francesco compie il gesto più difficile per un uomo: con la sua scandalosa,
coraggiosa “svestizione” perde un padre ma trova una sposa delicata e dolcissima,
la Povertà, il cui “manto di sacco”, pur “pieno di rattoppi / era una veste angelica”. Ed è
proprio come “apostolo di sogni” che Francesco ci viene incontro in queste pagine, che
restituiscono tutta la tensione, non priva di fragilità e turbamento, del santo di Assisi,
di colui che, come ci ricorda lo scritto di Gianfranco Ravasi, non ha voluto innalzare
“barriere di orgoglio e di ricchezza contro il vento dello Spirito”. Nelle poesie di Alda Merini,
negli echi di questi versi in forma di monologo, o preghiera, il santo ritrova tutta la
sua sostanza vitale, la sua gioia, follia e pietà. E diventa un’icona di amore e redenzione
incomprensibile alla ragione.

 VALENTINA CORTESE
La grandissima attrice Valentina Cortese, qui, sola
in scena, su un tappeto di note affidate alla viola
da gamba di Roberto Gini e all’arpa barocca di
Elena Maria Spotti, restituisce al pubblico tutte le
emozioni contenute nelle pagine del Magnificat di
Alda Merini. In questa raccolta poetica Maria è indagata
nel suo aspetto più terreno e femminile: la
maternità. Donna autentica, capace di fare pieno
dono di sé, si svela smarrita dinanzi a un destino
sconvolgente, che la vuole al contempo vergine e
madre, creatura umana eppure così vicina a Dio.
Alda Merini coglie in Maria un’interiorità che è
sangue, dolore, emozione, ma anche delicatezza
e consonanza armoniosa con ogni creatura. La
domanda sull’amore e sul senso della vita è qui
più che mai diretta e percorre continuamente il
Magnificat, portando lo spettatore a momenti di
toccante intimità con il mistero dell’incarnazione,
che da duemila anni continua ad affascinare e
interrogare credenti e scettici.
FOLLOW US ON
FACEBOOK
CONTACT
MENU
OPERATORI
La Notte Rosa
Privacy Policy, P.Iva 91165780403
Cerca nel sito
TITANKA! Spa © 2012