SEGUICI SUI SOCIAL
DOVE VUOI FESTEGGIARE LA TUA NOTTE ROSA ? seleziona la Località...
RIVIERA ADRIATICA dell'Emilia Romagna
NEWS
NEWSLETTER
Nome*
Cognome*
Email*
Lingua
I campi con * sono obbligatori
Ho preso visione della privacy policy ed acconsento al trattamento dei dati
Grandi Eventi Notte Rosa - Cattolica
Edizione 2010

TRIO MOVIE
Danilo Rea, Ellade Bandini, Franco Testa

Cattolica, Arena della Regina

venerdì 2 luglio, ore 21,30


TRIO MOVIE

DANILO REA, pianoforte, FRANCO TESTA, contrabbasso,

ELLADE BANDINI, batteria

Con la partecipazione della vocalist Rosanna Brandi

“Movie trio” è un progetto che da vita ad un viaggio musicale inedito ed emozionante, alla riscoperta delle grandi melodie legate al cinema di ieri e di oggi. Il programma  ripercorre le strade dei più grandi compositori di cinema cominciando da  Morricone. 

Un Morricone “rivisitato” in chiave jazzistica, per passare a Piccioni e Trovajoli; poi il doveroso omaggio a Nino Rota, quindi lo”sbarco” in territorio americano, con i grandi temi di John Williams ed Elmer Bernstein.

Passando per gli indimenticabili temi di Henry Mancini, si arriverà al gran finale, con il Brasile del film “Dona Flor” e una suite jazzistica conclusiva dall’epico “La grande fuga”.

 

BIOGRAFIE:

Danilo Rea

Uno dei migliori pianisti del jazz italiano,vanta una solida preparazione accademica essendosi diplomato presso il conservatorio di musica “S.Cecilia “di Roma.

Tra le collaborazioni concertistiche e discografiche ricordiamo quella con Chet Baker, Lee Konitz, Steve Grossman, Bob Berg, Michael Breker, Billy Cobam, Aldo Romano, Dave Liebman, Joe Lovano,ecc.

Attualmente è co-leader del trio “DOCTOR 3” (con Enzo Pietropaoli e Fabrizio Sferra) uno dei piu’ applauditi gruppi italiani con i quali ha inciso due dischi per la Via Veneto Jazz ("The Tales of Doctor 3", premiato miglior disco di jazz italiano nel “Top Jazz 1998” e "The Songs Remain the Same", premiato miglior disco di jazz italiano da Musica & Dischi nel 1999); la formazione, vincitrice nell'ambito italiano del “Top Jazz 1999”, si è esibita in diversi concerti in Cina, Brasile,  a Umbria Jazz e nei maggiori Festival Jazz italiani.Ha inciso per l’etichetta “Via Veneto Jazz“ il suo CD di piano solo “Lost in Europe” che testimonia il lungo tour del 2000.

Le sue esibizioni si estendono anche al circuito classico tra le quali spiccano: partecipazione, come solista, all’opera di Roberto De Simone “Requiem per Pier Paolo Pasolini “  al teatro San Carlo di Napoli sotto la direzione di Zoltan Pesko e in ensamble al teatro “Rossini” di Pesaro per il “Rossini Opera Festival” in seno al progetto “Rossini mon amour”; esibizione in duo con Roberto Gatto nell’ambito di una rassegna jazz al teatro dell’Opera  di Roma, Auditorium Parco Della Musica di Roma con il progetto “Lirico”.

E’ molto attivo in Francia con il trio di Aldo Romano. Da alcuni anni si dedica anche all’insegnamento partecipando a master di jazz e tecnica di improvvisazione.

Nel 2006 ha partecipato al Concerto per l'Europa, tenutosi nell'isola di Ventotene, che lo ha visto protagonista assieme a Baglioni, Nicola Piovani e Luis Bacalov.

Negli ultimi anni ha inciso due dischi di sue composizioni uno dei quali con il titolo “Introverso” in allegato con il gruppo editriale “l’Espresso” per la rassegna ”quattro pianisti d’Italia” .

 

 

Franco Testa

 

Nato a Città della Pieve (PG) il 8/10/1952 ha collaborato con alcuni dei migliori artisti e musicisti italiani in ambito della musica leggera e del jazz tra i quali: Massimo Urbani, Pietro Tonolo, Roberto Gatto, Maurizio Gianmarco, Marcello Tonolo, Flavio Boltro, Danilo Rea, Sandro Gibellini, Antonio Farao, Jacopo Jacopetti, Paolo Birro, Mauro Negri, Enrico Rava, Marco Tamburini, Larry Nocella, Tullio De Piscopo, Tiziana Ghiglioni, Gianni Cazzola e molti altri.

Tra i musicisti americani con i quali Franco Testa ha collaborato ricordiamo:
Sal Nistico, Lew Tabackin, Chet Backer, David Friedman, Garrison Fewell, Ray Mantilla, Rachel Gould, Bob Moover, Eddie Henderson, Gale Moran, Michael Rodriguez, Gerry Mulligan, Paul Jeffrey e Jimmy Owens

Dal 1990 al 1996 ha insegnato Basso elettrico e contrabbasso presso la scuola "Progetto Bresciano Musica Moderna" Dal 1994 fino al 2003 è stato insegnante di basso elettrico e contrabbasso presso la scuola di musica "Thelonius Monk" di Dolo (VE) diretta dal maestro Marcello Tonolo e gemellata con il Dipartimento di "Jazz Studies" della Duke University (North Carolina USA)
Collabora attualmente con l’Accademia di musica CFM.

Collabora ed ha collaborato come session man in studio di registrazione ed in tournee' nazionali ed internazionali con i maggiori artisti italiani:
Alice, Franco Battiato, Marcella e Gianni Bella, Equipe 84, Matia Bazar, Loredana Bertè, Mario Lavezzi e Mogol, Ornella Vanoni, Francesco De Gregori, Fiorella Mannoia, Anna Oxa, Enrico Ruggeri, Gino Paoli, Ivano Fossati, Mina, Enzo Iannacci, Adriano Celentano, Eros Ramazzotti, Dario Fo, Giorgio Gaber, Massimo Ranieri e Mauro Pagani.
Ha arrangiato e diretto l'orchestra del Festival di Sanremo 2004 producendo Omar Pedrini. Il brano è risultato vincitore del premio della critica.
Ha partecipato a numerosissime trasmissione radiofoniche e televisive ed ai più importanti festival italiani ed internazionali, tra i quali ricordiamo:
Disco Ring, Doc, Top of the Pop, Premio Tenco, Festival di Sanremo, Umbria Jazz, Festival Jazz di Bergamo, Brescia Music Art, Verona Jazz Festival, Alassio Jazz Festival, Veneto Jazz, Bratislava Jazz Festival, Piestany International Jazz, Budapest, Insbruck, Zurigo, Parigi, Xeres de La Frontera e tanti altri

Ellade Bandini

Inizia la carriera di batterista suonando per la cantante Carmen Villani, nel gruppo beat Avengers (in cui al basso c'è Ares Tavolazzi), con cui incide anche un 45 giri omonimo nel 1965 per la Bluebell (alla voce c'è Carmen Villani), oltre che partecipare a quasi tutti i 45 giri della cantante. Diviene presto un turnista molto richiesto, suonando in alcuni 45 giri di successo di quegli anni, come Io mi fermo qui di Donatello o Vendo casa dei Dik Dik.

Nel 1969 con Ares Tavolazzi e Vince Tempera forma i The Pleasure Machine, ed inizia con loro la collaborazione con Francesco Guccini, fino al 1982 solo su disco e poi anche in tournée. Nel 1978 Tempera lo chiamerà a suonare la batteria anche nei singoli e nell'album tratti dalle sigle della prima serie mecha apparsa in Italia, Atlas Ufo Robot (Goldrake), in cui Tavolazzi apparirà come bassista e coautore di Shooting Star, e idealmente si ricomporrà così il loro trio.

Bandini, nella sua lunga carriera, ha collaborato anche con moltissimi altri musicisti italiani: Roberto Vecchioni, Paolo Conte, Fabio Concato, Vinicio Capossela, Fabrizio De André, Angelo Branduardi, Mina, Adriano Celentano, Dellos, Lucio Battisti, Dik Dik, Equipe 84, Antonello Venditti, Ron, Biagio Antonacci, Ornella Vanoni, Edoardo Bennato, Zucchero, Maurizio Geri, Fiorella Mannoia, Eros Ramazzotti, I Giganti, Luigi Maieron.

Con gli amici Ares Tavolazzi, Andrea Pozza, Carlo Atti, Roberto Rossi, Marco Tamburini e Piero Odorici suona nella formazione Jazz Encounters. Partecipa inoltre a numerosi festival Jazz con il vocalista compositore Alan Farrington e il chitarrista Sandro Gibellini. Sempre nel mondo del Jazz ha occasione di collaborare con personaggi del calibro di Phil Woods, Lee Konitz, Ray Bryant, Carl Fontana, George Benson, Eric Marienthal, Brian Auger.

Attualmente fa parte della "Drummeria", orchestra di percussioni formata oltre che da Bandini da altri quattro batteristi: Walter Calloni, Maxx Furian, Christian Meyer e Paolo Pellegatti. La Drummeria si esibisce in emozionanti e spettacolari live basati su assoli di gruppo usando i tamburi come mezzi espressivi di grande spessore.

Alterna inoltre, all'attività live ed in studio, seminari e l'insegnamento nel corso di laurea di musica jazz al conservatorio "Frescobaldi" di Ferrara.

 

FOLLOW US ON
FACEBOOK
CONTACT
MENU
OPERATORI
La Notte Rosa
Privacy Policy, P.Iva 91165780403
Cerca nel sito
TITANKA! Spa © 2012